E1E3D6EF-367B-45F7-A8B7-1A0731F81932

Sex-symbol a Maratea, Roberto Cerè mette in ombra Gabriel Garko alle Giornate del Cinema Lucano

Parata di sex-symbol nella seconda delle “Giornate del cinema lucano a Maratea – Premio Internazionale Basilicata”. Uno di loro è stato Gabriel Garko, attore ed ex modello, che, acclamato da numerose ammiratrici,  ha parlato dell’amore per il suo lavoro e di come si è avvicinato al cinema e alla fiction. La standing ovation del pubblico, però, è andata a Roberto Cerè, affascinante mental-coach che ha incantato i presenti parlando della sua incredibile ascesa umana e professionale fatta di talento e impegno nel sociale. Oltre a Garko e a Cerè sono saliti sul palco anche il produttore Maurizio Momi e Jenny De Nucci, attrice, influencer, considerata una star del web, in quanto seguita da milioni di fan. Grande successo anche per la proiezione de “La vedovella” commedia girata nel 1964 a Maratea  accompagnati dai ricordi del set visto da bambino del sindaco Daniel Stoppelli e dal curatore del recupero del film Luciano Cuomo. Molto apprezzato il “Cantiere Lucano” in particolare modo il progetto “Indovina chi viene a pranzo” nato in una scuola di Marsicovetere da un’idea di Antonella Marinelli e reso possibile dal gruppo di Jacopo Fo. Ricco programma anche stasera nella sezione curata dalla Lucana Film Commission  che e’ presentata da Eva Immediato e Paride Leporace. Stasera sullo schermo “Desula” di Andrea Pecora vincitore del  Moda Movie di Cosenza festival gemellato con “Le Giornate del cinema lucano di  Maratea”, poi le storie forti di Lorenzo Puntoni “Acquario” prodotto dalla società lucana Mediterraneo di Angelo Troiano e Ciccio Lattarulo e Black Comedy di Luigi Pane e interpretato da Fortunato Cerlino che porterà un saluto al festival accompagnato dal giovane distributore lucano Dario Toma. Spazio anche al progetto “Focus” realizzato a Pignola per la caparbia dell’assessore alla cultura Santarsiero e che verrà illustrato sul palco del Santa Venere dal direttore artistico Silvio Giordano, dal regista Giuseppe Marco Albano e dall’attore Fabio Pappacena. Poi règia di donne per “Con te o senza di te” di Angela Prudenzi realizzato con le scuole del territorio e l’intenso “La verità. Storie di un femminicidio” di Rosita Larocca dedicato ad un tragico episodio di cronaca avvenuto a Potenza.  Torna nella sua Maratea il regista Marco Melluso che presenta la sua ultima opera “Il Conte magico” riuscito docufilm di promozione territoriale. Protagonista dello   “Spazio Giovani”, curato da  Janet De Nardis,  Paolo Ruffini. A seguire Carolina Rey e Claudio Guerini intervistano  il regista e  sceneggiatore Terry George premio Oscar 2012 per il cortometraggio “The Shore” , i  registi  Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana, gli attori  Nando Irene e Kabir Bedi. Dulcis in fundo, sul palco salirà anche l’allenatore ed calciatore Antonio Cabrini.

 

 



Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it