prima

Sanremo 2018: seconda serata, musica ed emozioni sul palco dell’Ariston

IMG_6573

E’ stato un duetto di Michelle Hunziker e Claudio Baglioni, ad aprire la seconda serata del Festival di Sanremo 2018, sulle note del brano “Il pozzo dei desideri”, dalla colonna sonora di Biancaneve e i sette nani. Ad aprire la competizione canora sono state le nuove proposte. Dopo la votazione della giuria demoscopica Alice Caioli conquista il primo posto seguita da Lorenzo Baglioni. Al terzo posto Giulia Casieri, quarto Mirkoeilcane. Si tratta di un voto parziale, nulla è ancora deciso. Dopo le esibizioni dei dieci cantanti in gara Le Vibrazioni, Nina Zilli, Diodato IMG_6578e Roy Paci, Elio e le Storie Tese, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Red Canzian, Ron, Renzo Rubino al posto di Meta-Moro, Annalisa, Decibel. Questo il posizionamento per fasce dei 10 big in gara, in base al voto della giuria della sala stampa, che vale per il 30%. Nella zona blu, la più alta, si sono piazzati Diodato e Roy Paci, Ornella Vanoni-Bungaro-Pacifico, Ron. Nella zona gialla, quella di mezzo, ci sono: Le Vibrazioni, Annalisa, Decibel. Infine in quella rossa: Nina Zilli, Elio e Le Storie Tese, Red Canzian, Renzo Rubino. Rubino si è esibito in sostituzione di Ermal Meta e Fabrizio Moro sospesi dal Festival per un presunto caso di plagio. La decisione sulla riammissione del duo sarà presa oggi.

Grande emozione con il Volo, i primi super ospitiche dopo aver intonato il “Nessun dorma”, loro cavallo di battaglia, omaggiano il cantautore Sergio Endrigo suonando “Canzone per te” insieme a Claudio Baglioni. Pippo Baudo secondo ospite  della serata ha esordito, commosso, (sono passati 50 anni dal suo debutto al Festival di Sanremo) ”Vi voglio bene, grazie a tutti”, ringraziando il pubblico dell’Ariston, tutto in piedi. Quindi ha ripercorso la sua storia di 13 Sanremo presentati tra i talenti scoperti, gli ospiti e i suoi compagni di viaggio “Al Sanremo devo tantissimo della mia carriera” ha detto Baudo. Molto divertente la gag di Favino che si scatena sulle note di “Despasito”, il tormentone latino di Luis Fonsi, finge di voler introdurre un momento culturale dedicato alla poesia di Garcia Lorca ma trascina Claudio Baglioni in un movimento di bacino prima di lanciarsi in un ballo senza freni con Michelle Hunziker. Il primo ospite internazionale della 68ma edizione del festival è Sting che Pippo-Baudo-a-Sanremo-2018-02per omaggiare la canzone italiana canta “Mad aboud you” nella versione italiana tradotta da Zucchero “Muoio per te”. Poi arriva Shaggy per cantare con Sting “Don’t make me wait”. “Mi piace la musica del Rinascimento italiano”, dice Sting, in una breve chiacchierata in inglese con Pierfrancesco Favino, e dichiara di amare “a tradizione dell’opera di Verdi e Rossini” così come pure “la musica moderna, da Zucchero a Nek”. Un omaggio speciale è a “Luciano Pavarotti, mio amico”. Baglioni suona al pianoforte Questo piccolo grande amore ed entra in scena Franca Leosini. Altro ospite di questa seconda serata è stato Roberto Vecchioni che indossa un ranuncolo giallo sulla giacca, in omaggio alla lotta contro la violenza sulle donne, abbracciata e promossa anche dal Festival di Sanremo. “Questa battaglia – dice – dobbiamo farla noi uomini”. Quindi canta con Baglioni Samarcanda,  accompagnato al violino da Lucio Fabbri, e racconta la genesi del testo. Vecchioni intona infine “Chiamami ancora amore”, la sua canzone vincitrice di Sanremo nel 2011. Ultimo ospite sul palco il mago Forester che si è esibito in uno dei suoi numeri insieme a Baglioni, Hunziker, Favino, durante le operazioni di voto della sala stampa.


Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it