IMG_4467

Roberta Gangeri: “Vi presento la prima edizione dello Scarpone d’Oro”

Il prossimo 19 febbraio, alle 21 al Teatro Parioli di Roma, Roberta Gangeri presenterà la prima edizione dello Scarpone d’Oro, un evento di spettacolo, sport e solidarietà. Durante la serata verrà premiato il più meritevole dell’anno appena passato, tra tutte le persone che hanno brillato nell’ambito di operazioni legate ad aiuti di soccorso, recupero e ricostruzione o nella raccolta fondi per comprare i vaccini anti polio per il Telefono Azzurro o a sostegno delle famiglie colpite dal terremoto di Amatrice ed Accumoli, coordinati dalla grande organizzazione del Rotary Italia ed international. Persone comuni o grandi artisti che gratuitamente hanno messo a disposizione la propria professionalità. EverShow ha intervistato la bella e brava conduttrice, da anni volto di punta della Rai.

Roberta, come nasce lo Scarpone d’Oro?
In passato mi sono avvicinata alle iniziative di molte associazioni di stampo benefico e anche al Rotary come sostenitrice economica. In seguito mi è stato chiesto se potevo, attraverso la mia professione, dar voce a molte cause che necessitavano sostegno e nuove idee per essere divulgate e migliorate. A quel punto, ho cominciato a conoscere tante persone che vivono all’ombra di tutto e di tutti, aiutando sorprendentemente tanta gente, senza sosta, non facendo caso al tempo e allo sforzo impiegato! Sono rimasta colpita da quelle belle persone e fu così che in un una delle tante nostre riunioni rotariane, ci è venuto in mente di organizzare “un premio” per onorare queste straordinarie personalità. Siamo felici di averlo fatto per davvero. E so già che sarà la prima di tante edizioni!

Ci regali qualche anticipazione?
La lista dei candidati allo Scarpone d’Oro sarà mista di persone comuni e artisti, ognuno si è distinto per opere e iniziative benefiche, in relazione all’ambito lavorativo di competenza. Saranno assegnati tra i 15 candidati 10 scarponi d’argento e al vincitore assoluto lo Scarpone d’Oro. La vera protagonista della serata sarà la solidarietà sostenuta e accompagnata da tanto spettacolo di artisti professionisti che si alterneranno sul palco.

Qual è il tuo rapporto, nella quotidianità, con la solidarietà?
Sono da parecchi anni sostenitrice Unicef, ho fatto parte dell’ordine Vaticanista dei Cavalieri di Malta per il sostentamento dei “senza tetto”, recupero animali abbondonati. Sono una Rotariana con tutto ciò che ne concerne, questo è quello che nel mio piccolo faccio con molto piacere.

Facciamo un passo indietro: quando hai mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo?
Direi un passo gigante indietro, era il 1995 quando presi per la prima volta un microfono “gelato” in mano e da lì non mi sono più fermata, spaziando da cose sempre diverse tra loro. Mi piace questo lavoro, perché non è mai noioso e rispecchia molto la mia personalità.

Qual è la soddisfazione più grande che hai raccolto finora?
Di sicuro il fatto che le migliori cose in TV le ho fatte senza chiederle, ma sono stata spontaneamente scelta. E questo credo che sia, oggi, per chi fa questo lavoro, una grande soddisfazione! Sono una che alterna la preparazione (studio canto e ballo, leggo molto, mi aggiorno) alla spontaneità e credo che sia un mix perfetto! Mi auguro che continui così… Tra le altre soddisfazioni legate alla mia carriera c’è quella di essere diventata prestissimo, nel 2002, una giornalista e svolgo questo lavoro da anni con molta dedizione. Oggi il mio lavoro vero è quello di conduttrice e giornalista. il canto e il ballo li studio ma li considero soprattutto un hobby, fermo restando che se mi arrivassero proposte di lavoro legate a queste due arti, accetterei come hobby con grande divertimento.

Nella vita di tutti i giorni, quando non lavori, come trascorri le tue giornate?
Sono presente e molto impegnata con il lavoro legato alla mia azienda di famiglia. E faccio molto sport.



Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it