birdman

Oscar: Birdman è il miglior film, ecco gli altri vincitori

Nessuna sorpresa: Birdman si porta a casa le vittorie più importanti. L’ultimo film di Iñárritu vince l’oscar per miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura e miglior fotografia pareggiando il numero (ma solo quello) di statuette con Grand Budapest Hotel di Wes Anderson (costume, trucco, scenografia, colonna sonora). Whiplash va per tre: attore non protagonista, montaggio e sonoro.

Un’edizione già definita “hipper”, di tendenza, più giovane e aperta rispetto a quelle degli anni passati. Con un po’ di sorpresa da parte dei critici (e di sollievo dei cineasti) la giuria dell’Academy ha infatti riservato più attenzione del solito per il lato indipendente della settima arte, come dimostra l’inclusione di alcuni film “da festival” (come Boyhood e Whiplash) tra le nomination della sezione miglior film.

Non sono mancate le polemiche tra gli addetti ai lavori sulla sorte toccata agli assenti e ai presenti “a metà”. Fa parte di quest’ultima categoria Interstellar di Christopher Nolan, candidato a migliori effetti speciali, miglior scenografia, miglior montaggio sonoro, miglior missaggio sonoro e miglior colonna sonora: le stesse nomination che di solito spettano a film come Transformers. Tra i grandi assenti poi si contano: The Lego Movie, incredibilmente mancante tra le nomination per miglior film d’animazione; Jake Gyllenhaal, che con la sua grandiosa interpretazione in The Nightcrawler avrebbe potuto conquistare il suo primo oscar; Gone Girl, che ha ricevuto come unico riconoscimento la nomination a Rosamund Pike come migliore attrice non protagonista e per finire Force Majeure, film svedese che quest’anno ha conquistato la critica di mezzo mondo ma che non si trova tra i nominati a miglior film straniero.

Unica presenza italiana – ma vincente – è quella della costumista Milena Canonero, alla sua nona nomination e al quarto oscar vinto, in questa occasione per i costumi del film Grand Budapest Hotel di Wes Anderson.

Ecco i vincitori di quest’anno:

Miglior film
Birdman

Miglior attore protagonista
Eddie RedmayneThe Theory of Everything

Miglior attrice protagonista
Julianne MooreStill Alice

Miglior attore non protagonista
J.K. Simmons, Whiplash

Miglior attrice non protagonista
Patricia ArquetteBoyhood

Miglior regia
Alejandro G. IñárrituBirdman

Miglior film straniero
Ida (Polonia, regia di Pawel Pawlikowski)

Miglior sceneggiatura originale
Birdman (Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris, Jr. e Armando Bo)

Miglior sceneggiatura non originale
The Imitation Game (Graham Moore)

Miglior film d’animazione
Big Hero 6 (Don Hall, Chris Williams e Roy Conli)

Miglior scenografia
Grand Budapest Hotel (Adam Stockhausen e Anna Pinnock)

Miglior fotografia
Birdman (Emmanuel Lubezki)

Miglior sonoro
Whiplash (Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley)

Miglior montaggio sonoro
American Sniper (Alan Robert Murray e Bub Asman)

Miglior colonna sonora
Alexandre Desplat, Grand Budapest Hotel

Miglior canzone originale
John Stephens and Lonnie Lynn, “Glory” (Selma)

Migliori costumi
Grand Budapest Hotel (Milena Canonero)

Migliori effetti speciali
Interstellar (Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher)

Miglior montaggio
Whiplash (Tom Cross)

Miglior trucco
The Grand Budapest Hotel (Frances Hannon e Mark Coulier)

Miglior documentario
CitizenFour (Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy e Dirk Wilutzky) 

Miglior cortometraggio
The Phonecall (Regno Unito, regia di Mat Kirkby e James Lucas)

Miglior cortometraggio documentario
Crisis Hotline: Veterans Press 1 (Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry)

Miglior cortometraggio animato
Feast (Patrick Osborne e Kristina Reed)

 

 

 



Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it