mortdecai

Cosa c’è al cinema? I film in uscita la prossima settimana

Cosa andare a vedere al cinema la settimana che arriva? Vediamo insieme le prossime uscite:

La Piramide
Di Gregory Levasseur. Con James Buckley, Denis O’Hare, Ashley Hinshaw, Christa Nicola, Amir K. Horror, durata 89 min. – USA 2014

Primo lungometraggio per il francese Lavasseur, che dopo aver lavorato in America come autore in alcuni degli horror più conosciuti (ma non sempre riusciti) degli ultimi anni, ci prova con uno dei topoi più ricorrenti nella storia del cinema di paura. Un team di speleologi americani scopre nel deserto egiziano una piramide unica nel suo genere, e durante l’esplorazione dei tunnel e dei cunicoli si accorgono di non essere soli: una creatura misteriosa non gradisce ospiti nella sua dimora.

Il segreto del suo volto
Di Christian Petzold. Con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld, Nina Kunzendorf, Michael Maertens, Imogen Kogge. Drammatico, durata 98 min. – Germania 2014

Nelly è riuscita a sopravvivere ai campi di sterminio nazisti, ma a caro prezzo: il suo viso è stato sfigurato, e una complicata operazione le ha ridato dei lineamenti normali, ma del tutto diversi dai suoi. Trova l’amore della sua vita che credeva perso, Johnny, ma lui non la riconosce subito. Incerta sulla fedeltà di Johnny, Nelly fingerà di essere un’altra persona per scoprire la verità sulla persona che ama.
Ancora una volta Petzold ci racconta la sua Germania e dopo La scelta di Barbara, ambientato durante gli anni ’80 in una Berlino spaccata in due, torna con una storia d’amore portata avanti con passione dalla sua musa, l’attrice Nina Hoss.

Life Itself
Di Steve James. Con Martin Scorsese, Werner Herzog, Roger Ebert, Errol Morris, Ava DuVernay. Documentario, durata 115 min. – USA 2014.

Steve James ci propone, dopo Hoop Dreams, il miglior documentario del 2014. La vita del titolo è quella di Roger Ebert, uno dei critici cinematografici più famosi d’America, e viene ripercorsa dai primi articoli su giornali autoprodotti ai successi raggiunti tramite la TV. Tra i suoi meriti, infatti, c’è quello di aver portato via la critica dei film dal suo habitat naturale (la carta stampata) e di averla resa più “pop” inserendola all’interno del palinsesto televisivo. E mentre ripercorriamo attraverso foto e filmati la vita di Ebert, ne seguiamo anche il cammino affatto triste verso la sua morte. Steve James riprende gli ultimi giorni di Ebert, al quale le telecamere non hanno mai dato fastidio, e ce ne fa scoprire il lato migliore: quello di un uomo tenace e allegro, un po’ presuntuoso ma dalla mente aperta e sempre curioso di scoprire. Da non perdere.

Mortdecai
Di David Koepp. Con Johnny Depp, Gwyneth Paltrow, Paul Bettany, Ewan McGregor, Olivia Munn. Commedia, durata 107 min. – USA 2015.

Chi è Mortdecai? imprevedibile, affascinante, divertente e vagamente fastidioso, a Charlie Mortdecai non piace la vita tranquilla. Tra agenti segreti inglesi, una crew di russi fuori di testa, donne stupende che lo circondano, avrà del filo da torcere prima di riuscire a recuperare un Goya trafugato – un onere obbligatorio nei confronti della Regina d’Inghiletrra, con la quale il viveur ha un debito di qualche milione di sterline…
Sempre sospeso tra un anima Action e una Comedy, Koepp unisce i generi con Mortdecai, che punta tutto sull’interpretazione del camaleontico Johnny Depp e del cast d’eccezione. Ne vedremo delle belle.

Noi e la Giulia
Di Edoardo Leo. Con Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Stefano Fresi. Commedia, durata 115 min. – Italia 2015

Diego, Claudio, Fausto e Sergio hanno deciso di scappare dalla vita caotica delle loro città per dedicarsi ad un sogno: aprire e gestire un agriturismo nel sud Italia. Ma non è tempo per i sogni: a minare il loro entusiasmo ci penserà Vito, che con la sua Giulietta 1300 farà loro visita costantemente per farsi pagare il pizzo. La combriccola non ci sta, e per ribellarsi al sopruso si inventerà situazioni paradossali ed esilaranti. Di e con Edoardo Leo, che sempre di più si sta guadagnando un posto al sole nella cinematografia italiana.

Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza
Di Roy Andersson. Con Holger Andersson, Nisse Vestblom, Lotti Törnros, Charlotta Larsson, Viktor Gyllenberg. Commedia drammatica, durata 100 min. – Svezia 2014.

Vincitore del Leone d’Oro all’ultimo festival di Venezia, il film dello svedese Andersson è qualcosa di raro e difficile da dimenticare: 39 scene, (o quadri, o tableaux vivants, o situazioni, o…) ci descrivono situazioni dell’esistenza, comiche e tragiche allo stesso tempo senza soluzione di continuità. Ironici, beffardi, paradossali, i racconti mirano a sottolineare – in maniera molto scandinava – l’ironia della vita, le sue divertenti incongruenze rilanciandole all’ennesima potenza, amplificandole e strappandole via da qualsiasi possibile realtà e rendendole così delle brevi parabole delle quali fare tesoro. Da non mancare.

 



Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it