D7AF227B-9734-4738-87B1-79B1BCF53F2C

Matera, al via la terza edizione de “I sassi d’oro”. Madrina: Francesca Valtorta

Appuntamento il 6 ottobre con la terza edizione della magica notte de I Sassi d’Oro, la manifestazione culturale che, in una cornice unica al mondo – la città di Matera, capitale della cultura nel 2019 e dei Sassi patrimonio dell’UNESCO – accende i riflettori sulle professionalità coinvolte nella filiera di produzione e post-produzione cinematografica e televisiva e ne premia le migliori categorie. I Sassi d’Oro saranno anche incontri di cinema, spettacolo e formazione con workshop, approfondimenti e stage legati ai mestieri del cinema, per il coinvolgimento dei giovani nel settore dell’audiovisivo. Madrina di quest’anno, l’attrice Francesca Valtorta. In giuria, Irene Bignardi, giornalista e critica cinematografica, la regista Wilma Labate, le attrici Roberta Mattei e Silvia D’Amico e Paride Leporace, giornalista e direttore della Lucania Film Commission. A fare da padroni di casa, Antonio Giuliani e Monica Ward. Top secret al momento il nome dei premiati.  La seconda edizione, svoltasi l’anno scorso con grandissimo successo nella splendida “Casa Cava”, nel cuore del centro storico della città dei Sassi, è stata presentata da Giancarlo Magalli, affiancato dalla doppiatrice Monica Ward e dalla madrina della serata, Rossella Brescia. Jane Alexander ha ritirato il premio alla memoria di Nick Alexander, suo padre, per il doppiaggio di film italiano-inglese. Premio speciale per Cinzia TH Torrini, per la sua fiction Sorelle, ambientata proprio a Matera e che ne ha esaltato la magica bellezza. Tra i premiatori, Matteo Branciamore e Massimiliano Vado, che hanno divertito il pubblico duettando con Magalli. Per la migliore edizione italiana d’autore è stata  premiata Romina Franzini con “E’ solo la fine del mondo”. Migliore evento tv dell’anno “The Young Pope” di Paolo Sorrentino. A ritirare il riconoscimento è stato Rodolfo Bianchi, direttore della squadra che ha curato il doppiaggio. Il premio alla memoria di Manlio Rocchetti, vincitore di un Oscar per il trucco con il film “A spasso con Daisy” e scomparso a gennaio dell’anno scorso, è stato consegnato al  fratello Luigi.  Nel corso della serata è stato premiato come miglior spot pubblicitario quello di  “Poste Italiane – il futuro dal volto umano”. Il premio miglior mixaggio è stato assegnato a Giovanni Pallotto per il film “La pazza gioia” di Paolo Virzì che si è aggiudicato anche il riconoscimento per la  migliore regia. Quello di miglior regista esordiente è stato dato a  Fabio Guaglione e Fabio Resinaro per il film “Mine”. Il premio migliore impresa è stato assegnato a Filippo Tortoriello, lucano di Baragiano che ricopre la carica di presidente di Unindustria. Migliore voce femminile dell’anno Chiara Colizzi (che doppia tra le altre Nicole Kidman, Kate Winslet, Uma Thurman), miglior voce maschile, invece, Rodolfo Bianchi (Gérard Depardieu, Al Pacino, Jeremy Irons).


Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it