HOMO_SACER

Al Teatro Comunale di Cagli in scena “HOMO SACER”

HOMO_SACER_1Giovedì 30 marzo 2017 alle 21.15 il Teatro Comunale di Cagli ospita un nuovo lavoro di ricerca teatrale, HOMO SACER, scritto e diretto da Alice Toccacieli e portato in scena da Yuri Punzo.

Il lavoro nasce dal desiderio di sperimentare uno spazio fisico, reale e allo stesso tempo vocato, interiore ed emotivo entro il quale il protagonista abita una dimensione dello stare opposta a quella del fare. Un personaggio chiuso entro un buco dove ha deciso di rimanere. Non si sa come ci sia arrivato o perché e forse neanche lui lo sa. Qualcosa è successo prima, fuori che lo trasforma in una cosa tra le cose. Un racconto che procede per frammenti, alla continua ricerca di qualcosa da salvare. (Sacro è l’uomo).

Una riflessione anche autobiografica, che riguarda la domanda dei due artisti rispetto alla loro collocazione all’interno di questo sistema sociale o meglio del sistema-mondo. Una domanda che nasce dalla frustrazione, dallo smarrimento, da un senso di incapacità e di fallimento.

Il lavoro dunque si struttura come un monologo nel quale il protagonista cerca di costruirsi un’identità, popolando la sua solitudine di presenze evocate attraverso sfioramenti di gesti e ricordi. Uno spazio della mente e del cuore dove insieme all’uomo si incontrano gli oggetti guida del rito. Un’azione teatrale intensa ed evocativa.

Il lavoro è inoltre un omaggio all’opera e alla vita di Oreste Fernando Nannetti, N.O.F.4. Recluso per quasi venti anni nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Volterra, durante tutta la sua reclusione ha vergato con la fibbia del panciotto un graffito lungo 180 metri e alto quasi 2. Lo ha fatto incessantemente, con la costanza delle patologia, lo ha fatto per sopravvivere.

Yuri e Alice nel 2014 hanno fondato insieme a Fermignano l’Associazione Culturale Luoghi Comuni, che produce e promuove il teatro come spazio privilegiato per la riflessione sull’essere umano e la costruzione di una comunità coesa attraverso la creazione di eventi performativi, con particolare attenzione a spazi normalmente ritenuti non teatrabili.


Evershow è un prodotto editoriale di Everland sas - Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma | info@evershow.it | www.everlandcomunicazione.it